Auto d'Epoca
Auto Antiche   -   Contatti   -   Mappa del Sito   -   Auto Nuove   -   Raduni auto d'epoca   -   Fan Club ufficiali
automobili

Mini

automobili
automobili classiche

I modelli storici della Mini


La storia della Mini, dal 1959 ai giorni nostri



 


Mini CooperLa prima Mini venne prodotta nel 1959. Dopo una pausa di qualche anno, la Mini viene prodotta anche ai giorni nostri, dopo che il marchio è stato acquisito dalla Bmw.

 

La Mini è una vettura che è stata prodotta sotto vari marchi. In origine fu la British Motor Corporation ad iniziarne la produzione. L'intento era quello di creare una vettura adatta a 4 persone, piccola e comoda per essere guidata in città.

 

La Mini del 1959 era lunga infatti appena 3,03 metri.

 

Furono i marchi Austin e Morris a produrla nella sua prima serie. I risultati iniziali non furono esaltanti, sia perchè il disegno era troppo di rottura per l'epoca, sia per vari difetti che essa presentava. Nel 1960 venne prodotta una Mini in versione allungata, con lo stesso motore, sempre prodotta da Austin e Morris. La prima Mini Cooper è del 1961.

 

Mini MinorCon un motore elaborato da John Cooper, abile meccanico titolare di un team di formula 1, la Mini Cooper aveva una cilindrata di 997 cc ed una potenza di 55 cavalli.

 

Associata ad un corpo piuttosto leggero, le prestazioni erano esaltanti. Le vittorie nei rally furono un ennesimo punto a favore della piccola vettura, il cui successo iniziava ad affermarsi su larga scala.

 

La Cooper S 1.3 faceva grandi risultati nelle corse. Nel 1968 venne presentata la versione Mini Matic, con 38 cavalli ed 1 litro di cilindrata, con una selezione dei rapporti che avveniva a seconda della forza con la quale si spingeva il pedale dell'acceleratore.

 

Nel 1969 la Mini diventa una marca a sè stante. La Mini classica venne ulteriormente perfezionata, mentre la versione station wagon prese la denominazione di Mini Clubman. La versione più potente era la Mini Cooper S 1.3, con una potenza di 76 cavalli.

 

Storia della MiniNegli anni '80, la Mini Clubman era ormai uscita di produzione e tutta la gamma venne riorganizzata. La Mini 1.0 E era alla base della gamma, seguita dalla Mini HLE. Negli anni novanta si susseguirono ulteriori modifiche, che coinvolsero anche la gamma della Mini Cabrio.

 

Nel 1997, quando ormai l'entusiasmo per la piccola Mini era del tutto scemato, la Bmw rileva il marchio e continua a produrla con numeri ridotti. Fino al 2000, quando la Mini 40°, ossia la Mini che attualmente vediamo circolare nelle strade, prende il posto della sua sorella maggiore.

 

La Nuova Mini in realtà è un prodotto del tutto nuovo. Con dimensioni maggiorate, ma pur sempre inferiori rispetto a quelle della maggior parte delle berline compatte, la Nuova Mini si presenta con una linea moderna e retrò al contempo. Sia esternamente che internamente.

 

Nuova MiniE il successo è stato travolgente, al punto che la Bmw, proprio grazie alle vendite della Mini, è diventata una delle aziende automobilistiche più floride al mondo.

 

Nel 2007 è nata un'altra stella, dal sapore retrò: La Mini Clubman. E la storia della Mini pare proprio che non sia ancora terminata.

automobili antiche

 

 

 

 

Mini
Tutte le auto d'epoca:

Alfa Romeo Audi
Autobianchi Bmw
Citroen Ferrari
Fiat Ford
Innocenti Jaguar
Lancia Maserati
Mercedes Benz Mini
Porsche Volkswagen

auto antiche
 

auto antiche

powered by mammanet 2008 -

Vietata la riproduzione anche parziale di testi ed immagini.


Concessionari Auto | Contatti | Segnala Raduno | Segnala sito |

 

Pubblicità su Auto Antiche