Auto d'Epoca
Auto Antiche   -   Contatti   -   Mappa del Sito   -   Auto Nuove   -   Raduni auto d'epoca   -   Fan Club ufficiali
automobili

Alfa Romeo Giulia

automobili
automobili classiche
Alfa Romeo >>

La Alfa Romeo Giulia

Alfa Giulia

La storia della Alfa Romeo Giulia (1962-1977)

La Alfa Romeo Giulia nasce nel 1961 come erede della mitica Alfa Giulietta berlina, riprendendone lo schema meccanico di base.

 

Il motore della Giulia era un quattro cilindri realizzato sulla base degli studi aereonautici, con una distribuzione a bialbero in alluminio.

 

Da ricordare che, fino a quel momento, la maggior parte delle auto erano realizzate con motori in pesante ghisa e con aste e bilancieri.

 

La Alfa Giulia divenne un grande successo, un'auto desiderata dall'italiano medio e acquistata da chiunque potesse permetterselo. La Polizia di Stato la adottò ben presto per le sue doti di ripresa, accelerazione e rapidità nel traffico cittadino.

 

La Giulia è stata la prima berlina progettata realizzando anche studi aerodinamici approfonditi (CX di 0,34), la prima per la quale è stata utilizzata la galleria del vento, ed anche la prima in cui si è badato all'importanza della sicurezza degli occupanti.

 

La Alfa Giulia infatti, è stata la prima vettura con il principio della deformazione programmata, ossia la deformazione programmata della parte anteriore e posteriore in caso di urto, in modo da assorbire al meglio gli impatti anche violenti, mantenendo però la indeformabilità dell'abitacolo, al fine di progettere i passeggeri.

 

L'ultima versione della Alfa Giulia, la Nuova Giulia Super, nelle versioni 1.3, 1.6 e Diesel, venne venduta fino al 1977, per poi diventare oggetto di culto tra gli appassionati alfisti. La Alfa Romeo Giulia fu, nel 1962, definita la vettura berlina più veloce tra le concorrenti: 177 km/h di velocità massima in un periodo in cui le concorrenti raramente raggiungevano i 160 km/h.

automobili antiche
Caratteristiche Tecniche

 

Motore 4 cilindri in linea
Cilindrata 1.570 cc
Distribuzione A 2V al sodio, doppio albero a cammes in testa e doppia catena
Potenza max 92 CV a 6000 giri/min
Frizione Monodisco a secco
Cambio A 5 rapporti + RM
Trazione Posteriore
Scocca Metallica autoportante a struttura progressivamente differenziata
Sospensioni

Anteriori: Indipendenti, bracci trasversali, biella obliqua, molle elicoidali, barra stabilizzatrice, ammortizzatori idraulici telescopici

 

Posteriori: A ponte rigido, molle elicoidali, bracci longitudinali, ammortizzatori idraulici telescopici

Velocità massima 175 km/h
Consumo medio 10,5 lt/100 km)

 

 

Alfa Romeo
Alfa Romeo d'epoca:

Tutte le auto d'epoca:

Alfa Romeo Audi
Autobianchi Bmw
Citroen Ferrari
Fiat Ford
Innocenti Jaguar
Lancia Maserati
Mercedes Benz Mini
Porsche Volkswagen

auto antiche
 

auto antiche

powered by mammanet 2008 -

Vietata la riproduzione anche parziale di testi ed immagini.


Concessionari Auto | Contatti | Segnala Raduno | Segnala sito |

 

Pubblicità su Auto Antiche